lunedì 28 marzo 2011

Ecco cosa direbbe il Generale Dalla Chiesa a sua figlia Rita.





































































Dopo essersi rivoltato nella tomba dalla rabbia e dal dispiacere..

sabato 19 marzo 2011

Il nucleare produce profonde mutazioni. Prima vittima la Prestigiacomo.



Oggi assistiamo al dramma del popolo Giapponese che sta subendo lutti e stravolgimenti inimmaginabili.
Il terremoto con conseguente Tsunami ed il disastro delle centrali Nucleari.
E' difficile e terribilmente penoso stabilire l'ordine di gravità dei due avvenimenti tanto grande è la disgrazia.
L'unica cosa che introduce un elemento di diversità è dovuto al fatto che, mentre il terremoto è un fenomeno naturale indipendente dalla volontà dell'uomo, nel caso delle centrali nucleari il disastro è dipeso dall'opera artificiale inventata e costruita dall'uomo.
In questi momenti è facile, troppo facile, scaricare la colpa degli avvenimenti sui responsabili delle scelte politiche che hanno portato alla costruzione di centrali in molte parti del mondo.
Non dobbiamo essere ipocriti, la scelta del nucleare ha apportato grandi vantaggi a quei paesi che hanno optato per quella soluzione.
Questa soluzione ha comportato la possibilità di avere molta energia a basso costo e questo fatto ha avuto una ricaduta favorevole su tutti.
In queste ore è troppo facile essere antinuclearisti e, mentre bisogna dare il giusto riconoscimento a coloro che da sempre si sono battuti contro le centrali, occorre saper riconoscere e mandare a dar via il culo gli antinuclearisti dell'ultima ora anzi, degli ultimo minuti.
Occorre ricordare a tutti coloro che negli ultimi minuti hanno compiuto una capriola all'indietro, le loro sperticate lodi, le loro decise affermazioni sulla bontà della scelto pro atomo.
Oggi, solo per fare un nome abbiamo il ministro dell'Ambiente Prestigiacomo che non solo si rimangia tutto ma lo fa per una convenienza elettorale, per lei vincere le elezioni è una questione prioritaria dimenticandosi e dimostrando così una dose di cinismo mortale, di tutte le sue dichiarazioni pro Centrali Nucleari.

venerdì 18 marzo 2011

Venite Signori! al grande Circo Berlusconix! Esibizioni mai viste prima!

Sostenere che l'attuale governo è paragonabile ad un Circo Equestre non è una calunnia né una denigrazione, si tratta di un fatto reale verificabillissimo.
A capo della Troupe c'è il migliore, il più versatile.
E' colui che spiccando sul gruppo riesce a fare,con disinvoltura:
Il Direttore – il Domatore – L'Intrattenitore del pubblico deliziandolo con il suo vasto repertorio di barzellette –
Fa il Clown trasformista che, con il numero del Cerotto vagabondo, quello del Cucù e quello dell'ometto che fa le corna nelle fotografie tocca punte di comicità involontaria che fanno smascellare il pubblico –
E' abilissimo nell'intrattenere i bambini e i coglioni con le sue famose favole, una per tutte è quella che lo vede giurare sui suoi figli di abbassare le tasse -
Due colpi da maestro sono quelli che sfodera quando, trattenendo a stento le risate ripete il giuramento però su altri due argomenti “Io non ho mai pagato una donna!” “”Io non ho mai mentito!”.
Tanto di capello Signori, le ultime due affermazioni sono da premio Oscar!
A loro volta ottimi attori sono: Giulio Tvemonti che, nel tentativo di passare da persona intelligente arrota la “erre” alla Francese.
Lui con una frase sola regge mezzo spettacolo
Signovi, vi posso assicuvave che la cvisi è ovmai dietro l'angolo!”
Tutti corrono a vedere e siccome non trovano niente lui si giustifica così”Pevdinci! Vi ha detto dietvo l'angolo ma non ho mica specificato quale, siete pvopvio degli ignovanti!”
Proprio in questi giorni si è esibita una straordinaria coppia di Acrobati. Trattassi del duo Prestigiacomo – Romani. Sono davvero abilissimi.
Sull'argomento delle centrali compiono dei salti e delle giravolte che, per il pubblico, sono uno spettacolo. Sono in grado di fare, singolarmente o in coppia, una capriola avanti urlando” Sì le facciamo!” ed immediatamente dopo una capriola all'indietro esclamando ” Non le faremo mai!”.
Questo qui è il circo che ci governa e ci delizia.
Perdonatemi. Mi sono dimenticato un particolare, in questo circo non si paga biglietto all'ingresso.
Però all'uscita a tutti gli spettatori vengono tolte anche le mutande.                                                           

giovedì 17 marzo 2011

Ecco la verità sul rapporto Bocchino - Carfagna (foto)

Dopo la rivelazione della moglie di Italo Bocchino che ha dichiarato di essere a conoscenza della relazione di suo marito con la Mara Carfagna devo ammettere che sto precipitando nella confusione più completa.
Le faccende si ingarbugliano  e non distinguo più la bocca dal bocchino.
L'oratoria che,tutto sommato, ritenevo fosse una dote della Carfagna si sta dimostrando di essere più limitata, si tratta solo di una dote orale.
La domanda è :Era Bocchino che si faceva la Carfagna o era la Mara che faceva il bocchino a Italo?

Gnazio La Ruffia non ama più i Leghisti (vignetta)

Ignazio La Ruffia dopo aver appreso la notizia che la Lega ha abbandonato la sala durante l'esecuzione dell'Inno di Mameli ha minacciato tremende ritorsioni.

martedì 15 marzo 2011

Foto dell'affollatissima videoconferenza di Berlusconi

A proposito di Nucleare: Silvio piantala di fare lo Stronzio!

Dopo il tragico terremoto che ha sconvolto il Giappone appare evidente che il problema più grave è costituito dalle centrali nucleari le quali, una dopo l'altra esplodono e diffondono nell'aria dosi massicce di particelle radioattive.
Tutti i governo si stanno occupando del pericolo e molti sono già arrivati a prendere decisioni che comportano l'annullamento o la sospensione del loro programma nucleare.
Solo il governo italiano è particolarmente reticente e non prenda nessuna decisione. Come mai?
Siccome a pensar male si fa peccato ma a volta ci si azzecca, io mi sono fatto la seguente idea.
Berlusconi con le sue azioni politiche non ha certamente curato molto gli interessi dello stato Italiano e quello dei suoi cittadini, ma per quel che riguarda i suoi interessi personali si è dato moltissimo da fare.
Ha stretto accordi sospetti con Putin per quello che riguarda il gas.
Ha regalato miliardi di dollari e motovedette alla Libia di Gheddafi.
Ha preso impegni multimiliardari con la Impregilo per la costruzione del ponte sullo stretto.
Sempre l'Impregilo sarà la ditta chiamata a costruire le 13 centrali in Italia.
Aldilà delle sue grane giudiziarie sul fronte degli “Affari” è un periodo che butta male per Berlusconi. Le sue prospettive di incasso (Dio non lo volesse) di eventuali tangenti si stanno evaporando e credo che questo non gli faccia affatto piacere ed è per questo che rimane attaccato al nucleare come una cozza sta attaccata allo scoglio.
Perciò spero che ti giunga chiaro il mio messaggio:
Silvio vedi di piantarla di fare lo Stonzio!”

domenica 13 marzo 2011

Il soldato Berluscone è proprio un rompicogl....(foto)

Il soldato Berluscone veglia attento sull'Italia,
sempre pronto alla tenzone per salvare la nazione.
Mena fendenti a destra e a manca,
di romper le palle in televisione mai si stanca.

Berlusconi e Gheddafi. Rottura di un amore breve ma intenso tra due splendide persone

Questa è una storia di passione travolgenti gli amorevoli sensi di due personaggi che, benchè divisi da un tratto di mare seppero, pur se per un breve periodo, ardere di comuni sentimenti e, soprattutto di comuni loschi affari.
video

sabato 12 marzo 2011

Aiutatemi ad esprimere amore e stima per il governo

Aiutatemi ad esprimere amore e stima per il governo

Il miglior statista degli ultimi 150 anni inchiappettato da GHEDDAFI

L'incapacità politica di Silvio Berlusconi, la mistura tra affari personali ed interesse delle sue aziende hanno finito per far finire l'Italia in un giro losco che ha come protagonisti e complici Gheddafi e Putin.
Particolarmente schifoso è il rapporto con Gheddafi, un dittatore che da 40 anni sfrutta le risorse del suo paese solo per il suo interesse. Un uomo screditato ed evitato da tutto il resto del mondo. Un megalomane falso e pericoloso.
Solo un tipo come Berlusconi poteva sviluppare dei rapporti con lui.