venerdì 26 novembre 2010

Cazzate su La Russa sparate da lui medesimo.

Ignazio La Russa punto sul vivo e colto sul fatto reagisce così ad un articolo scritto da Francesco Merlo che commentava una frase detta da La Russa stesso:”La frase”Io come D'annunzio” è stata pronunciata da me in tono scherzoso. Proprio Merlo sa che se c'è una persona che non si prende mai troppo sul serio, quello sono Io. Per me l'ironia e ancora di più l'autoironia sono l'antidoto alla presunzione o peggio, all'arroganza che sono sempre in agguato di chi esercita posizioni di potere. La morte dell'ironia è per me quindi la morte dell'intelligenza.”
Insomma, il nostro Ignazio è ,secondo lui, un tipo – Ironico – Non Arrogante - Non prsuntuoso e che non si incazza mai!
Ignazio, io posso darti solo un consiglio, conosco un Psichiatra che ha compiuto veri miracoli con persone giudicate inguaribili, se sei interessato posso fornirti il suo indirizzo.

Berlusconi sarà arrestato per Istigazione a delinquere?


Anni 70/80 Berlusconi riceve dai boss mafiosi ingenti finanziamenti provenienti da attività illegali.
Anni 80/90 La sua complicità con Bettino Craxi, la sua adesione alla P2 gli spianano la strada dei”Favori” politici.
Durante tutti quegli anni non si fa scrupolo di corrompere giudici, di costituire società Off-Shore evadendo il fisco. Per lui falsificare i bilanci è quasi un Hobby secondario.
Ci vorrebbe un intero volume della Zanichelli per illustrare compiutamente le sue malefatte.
Già in passato aveva dichiarato “comprensione” per chi commetteva il reato di “Evasione Fiscale”.
Oggi ha saltato definitivamente il fosso. Si è tolto la maschera e ha dichiarato pubblicamente quello che da tempo pensa e pratica. Cioè comunque sia , qualsiasi reato economico praticano, le aziende NON devono essere perseguibili, loro sono al disopra della legge.
Distribuiscono tangenti, Corrompono in Italia e all'estero, Creano società fantasma, Sottraggono al bilancio dello stato ed alle tasche dei cittadini onesti montagne di soldi ma per Berlusconi devono godere di una forma di Immunità a Delinquere.
Oggi difendendo Le presunte malefatte della Finmeccanica e dell'Enav Berlusconi difendeva se stesso e i suoi intrallazzi. 

mercoledì 24 novembre 2010

Fatto inaccettabile.Ieri Fede è stato colpito solo da due pugni da uno telespettatore esasperato.

Ieri sera il crociato della libertà Emilio Fede è stato preso a pugni in un ristorante di lusso vicini al duomo di Milano.
A quanto pare è da escludere sin dal primo momento la motivazione politica.
In poche parole, Emilio Fede riesce a stare sulle balle anche per altri motivi che sono slegati dalle stronzate che da una vita spara dal video.
Manifesto tutta la mia solidarietà ed auguro una pronta guarigione alle mani del Giuliani.

venerdì 19 novembre 2010

Duro scambio di idee fra la Carfagna e la Mussolini (foto)



 Nella sala relax di Montecitorio c'è stato uno scambio di idee piuttosto vivace tra La Mussolini e la Carfagna

giovedì 18 novembre 2010

La doppiezza della Santanchè (foto comparatrici)

La  Santanchè ha ricevuto l'incarico di prendere contatto con i dissidenti Finiani per trattare, con una specie di mercato delle vacche, il loro rientro nel PDL.

Un arresto ad orologeria ministro Maroni

Guarda caso, dopo 16, dico 16 anni di latitanza, il giorno dopo le accuse lanciate in TV da Saviano sulla presenza della criminalità organizzata a Milano, e la sdegnata incazzatura del ministro Maroni,viene arrestato un Boss della camorra che si nascondeva a pochi metri dalla sua abitazione.
Mi è venuto subito in mente il titolo di una trasmissione TV “Cotto e Mangiato”.
In effetti credo che il Boss fosse bello pronto per essere dato in pasto all'opinione pubblica.
Mentre vorrei ricordare al ministro che il governo del quale fa parte si è rifiutato di sciogliere il consiglio comunale di Fondi infiltrato dalla camorra.
Un governo che non ha concesso l'autorizzazione a procedere per associazione mafiosa avanzata dai giudici contro il sottosegretario Nicolosi.
Un governo che ha al suo interno un numero tale di indagato che credo sia il più alto della storia della Repubblica
Un ministro che, contravvenendo al suo mandato, ha dato il suo consenso a tutte queste porcate, si permette di fare la Bella Figa Offesa di fronte a dichiarazioni che esprimevano il sapere comune e noto a tutti che le Mafie è da anni che sono presenti a Milano e per averne la certezza, dopo avergli somministrato una buona dose di siero della verità, basterebbe chiederlo a Silvio Berlusconi.

Siamo in mezzo alla strada pure piena di buche (vignetta)

La situazione economica in Italia è “Regolare” Questa perlomeno è la versione che ci propinano quella coppia di galantuomini di Berlusconi e Tremonti.
Non ci dicono che, anche se fosse reale questa situazione, per regolare si deve intendere che la nostra economia, anche nei migliori casi, viaggia alla metà detà dei paesi più sviluppati e ciò significa che nei loro confronti lo svantaggio economico aumenta in continuazione.

giovedì 11 novembre 2010

Quelo pronuncia una prognosi infausta per il governo Berlusconi.

Nostro Signore Quelo. Quelo che Vede, Stravvede, Intravvede. Consultati gli astri vicini lontani e anche quelli così così. Ha detto:
In questo momento astrale che ci colge in una quadra d'astri estremamente messi alla cazzo di cane, possiamo solo predire che a Papi resterà una labile possibilità di figa, vanificata dalle difficoltà astrale e soprattutto dai tacchi delle sue scarpe che ,dato lo spessore, gli causeranno storte alle caviglie molte dolorose e lo costringeranno ad arrendersi, senza condizioni nelle terribili grinfie del scellerate "Toghe Rosse"

L'atmosfera dell ìincontro Bossi -Fini è stata gelida? (foto ufficiale)

L'incontro tra Bossi e Fini si è svolto in un clima di CALDA collaborazione.

lunedì 8 novembre 2010

Prossimamente espulso dal governo Berlusconi ha già avviato una nuova impresa (foto)

Silvio non teme di essere buttato fuori da Palazzo Chigi anzi grazie al suo dinamismo ha già pronto una nuova attività.

Berlusconi e Bossi hanno iniziato il trasloco (vignetta)

Ieri Fini' con il suo discorso, ha praticamente sfrattato Berlusconi da Palazzo Chigi.


giovedì 4 novembre 2010

Ecco come Bossi avrebbe risolto "L'Affare Ruby"

Bossi ha dichiarato:"Silvio è stato scemo se voleva far liberare Ruby bastava che telefonasse a me o a Maroni e non ci sarebbero stati problemi

Chi sarà lo squallido esibizionista che si aggira nei giardini di Arcore?

Forti sospetti su Silvio Berlusconi ,il noto depravato di Arcore, in merito alle gesta di un squallido esibizionista che agisce nei giardini pubblici del comune di Arcore.

martedì 2 novembre 2010

Lele Mora lascia Berllusconi ( foto) ufficiale)

Lele Mora appresa la notizia della dichiarazione di Berlusconi:"Meglio guardare le belle ragazze piuttosto che essere Gay" Ha indetto una conferenza stampa ed ha fatto una dichiarazione ufficiale:

lunedì 1 novembre 2010

Tutto normale a napoli.Vedere foto

Bertolaso Ha dichiarato:

Messaggio dei componenti della Questura di Milano a Berlusconi ed a Maroni

Al Gent. Sig. Silvio Berlusconi capo del governo ed al Sig. Roberto Maroni ministro degli interni.
Presso Palazzo Chigi – Roma
Signori ministri noi siamo i componenti della questura di Milano che si è trovata impegnata a svolgere la sua mansione di servizio la sera che fu arrestata “Ruby”.
Quella minorenne Marocchina accusata di furto.
Eravamo intenti all'espletamento della abituale prassi quando, come è noto a tutti, ricevemmo una telefonata direttamente dalla sede del governo.
All'altro capo del filo c'era personalmente il presidente del consiglio, il quale mentendo sull'identità della Ruby ci impose di sospendere tutte le procedure e di darla in affidamento ad una certa Minetti che misteriosamente si era presentata in questura.
Tutto ciò ci ha forzato, contro la nostra volontà, ad infrangere leggi e regole perché temevamo ritorsioni da parte del capo del governo.
Come se ciò non bastasse ci siamo ritrovati con il ministro Maroni, dal quale dipendiamo direttamente, che non ha trovato nulla da eccepire sul comportamento illegale del Berlusconi.
Noi siamo fedeli servitori dello stato, abbiamo molta stima di chi ci comanda però riteniamo di avere il diritto di chiedervi delle spiegazioni.
Perciò ci farebbe piacere avere con voi uno scambio di idee sulla vicenda.
Per sfuggire all'eventuale scalpore che desterebbe questo incontro ci sembra prudente che si svolga, senza testimoni, nella sala interrogatori situata nelle cantine della questura.
Siamo sicuri che noi usciremmo molto soddisfatti da questa riunione.
Attendiamo una risposta che confidiamo sia positiva e per Voi probabilmente molto piacevole.